Capri: l’Isola Azzurra presto avrà la sua riserva marina

Scorcio del mare di Capri visto dalla storica Via Krupp, sul versante meridionale dell'isola

Scorcio del mare di Capri visto dalla storica Via Krupp, sul versante meridionale dell’isola

di Redazione FdS

E’ un sogno che si realizza per tutti gli appassionati dell’isola di Capri, rappresentazione iconica e potente di un Mediterraneo che nei secoli è riuscito a fondere bellezze naturali, storia e cultura. Parliamo dell’istituzione di una riserva marina in grado di salvaguardare i fondali di un’isola tradizionalmente celebre per la sua variegata fauna ittica e per la presenza del corallo, la cui pesca fu qui praticata fin dall’antichità con un forte incremento soprattutto agli inizi del ‘800. Ad annunciare la notizia il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa il quale ha invitato a Roma, presso la sede del Ministero i sindaci di Capri e Anacapri per avviare il percorso amministrativo volto a creare l’area marina protetta di Capri. 

L’annuncio è stato fatto nel corso dell’evento che Marevivo ha organizzato nei giorni scorsi sull’isola, presso la splendida Certosa di San Giacomo, per festeggiare i dieci anni dell’iniziativa “Delfini Guardiani” che ha coinvolto gli alunni di tutte le isole minori in percorsi didattici incentrati sulla tutela del territorio. “Ringrazio i sindaci di Capri e Anacapri – ha detto Costa - per il loro impegno, l’isola dal primo maggio sarà plastic free, e non solo per l’estate, ma per sempre. Questa è un’isola speciale, qui è nato 35 anni l’impegno di Marevivo per il mare. Ora vogliamo accelerare sulla costituzione dell’area marina protetta, che Capri aspetta da anni”. Il ministro ha espresso l’auspicio di poter inserire la nuova area protetta nella prossima Legge di Stabilità assicurando la copertura finanziaria necessaria.
 

Scorcio del tratto costiero di Capri con i celebri Faraglioni - Ph. Andy Holmes

Scorcio del tratto costiero di Capri con i celebri Faraglioni – Ph. Andy Holmes

Sull’isola, già da diversi anni, uno dei principali fautori dell’istituzione di un’area marina protetta è Sergio Cosentino, 58 anni, pescatore per passione, sub e attento osservatore dello stato e dei mutamenti del mare di Capri nel corso del tempo. Dopo aver ammirato i mari di diverse parti del mondo porta avanti da sempre la sua passione per il mare dell’isola con l’associazione Asic di cui è presidente. Difendere e amare il mare di Capri è infatti la missione dei soci impegnati in varie iniziative, fra cui quella di farlo conoscere a chi arriva da fuori. A lui e al suo impegno, il fotografo e videomaker caprese Umberto D’Aniello ha dedicato tre anni fa questo bellissimo corto, di cui ha curato regia e fotografia, mentre le riprese subacquee sono dello stesso Sergio Cosentino in collaborazione con Marco Pezzella, Enrico Desiderio e Vincenzo GargiuloLe suggestive musiche sono di Almartino.
 

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Rispondi

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati *

*

2 + cinque =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Torna su