Bellezza e Futuro: binomio del Festival InBellezza ideato dai ragazzi del ‘Galilei-Costa’ di Lecce

Festival InBellezza (Lecce, 24-27 Maggio 2018)

Festival InBellezza (Lecce, 24-27 Maggio 2018)

di Redazione FdS

Un diamante che racchiude nelle sue sfaccettature immagini di luoghi, monumenti, tradizioni, cibo, per alludere al valore estetico, culturale, e anche economico, della bellezza del territorio italiano. E’ il logo che i ragazzi dell’Istituto Galilei-Costa di Lecce hanno scelto per la prima edizione del Festival “InBellezza” da essi ideato, una 4 giorni di esposizioni, incontri ed eventi – dal 24 al 27 maggio 2018 – per ricordare a sè stessi e agli altri il valore e la fragilità della bellezza quale pilastro intorno al quale provare a costruire un futuro sostenibile. Un esempio di spirito di iniziativa che ben si armonizza con l’etimologia della parola ‘diamante’, dal greco “adámas” che significa “indomito”, come il carattere degli studenti di questa scuola che da anni puntano, con consapevole convinzione, sulla promozione del territorio salentino e del suo patrimonio storico, artistico e ambientale. Dopo circa un anno di lavoro che li ha visti approfondire il concetto di “Bellezza” e i suoi grandi valori e potenziali,  si sono sentiti finalmente pronti ad affrontare la loro prima grande sfida, dimostrare che il territorio può vivere (e vivere bene) di bellezza. E questa sfida – lanciata da 22 studentesse e studenti della classe 5°B SIA dell’Istituto “Galilei-Costa” di Lecce - è stata quella di riuscire ad organizzare un evento originale e assolutamente unico nel suo genere in Italia, appunto il “Festival InBellezza” per il quale hanno coniato un hashtag significativo ed emblematico – #InBeautyWeTrust (confidiamo nella bellezza) - parafrasi della nota dicitura riportata sui dollari americani “In God we trust”.
 

Per le vie di Lecce #InBeautyWeTrust

Per le vie di Lecce #InBeautyWeTrust

 
Il Festival si annuncia come un evento poliedrico, multimediale, diffuso e di grande interesse per una forma di turismo destagionalizzato. Poliedrico perché racconterà belle storie di luoghi di natura, borghi, arti, ma anche gesta, opere e cibo. Multimediale perché le stesse storie saranno raccontate attraverso una grande varietà di mezzi, che includono esposizioni in piazza, presentazioni in sala, mostre, ma anche concerti e opere di spettacolo. Diffuso in quanto sia le iniziative organizzate in proprio dai ragazzi che quelle promosse e gestite da terzi, incluse nel programma complessivo del Festival, avranno luogo su tutto il territorio salentino. Infine turisticamente attraente in quanto i ragazzi hanno elaborato strategie innovative, volte a portare a Lecce e nel Salento nei giorni del Festival una grande moltitudine di turisti e visitatori.

CONSULTA IL PROGRAMMA

Hanno interagito con le istituzioni, in primis con Comune e Provincia di Lecce, con la Camera di Commercio e con la Regione Puglia. Hanno ricevuto patrocini di rilievo e invitato importanti personalità italiane, soprattutto in qualità di relatori e testimonial, sia delle varie “bellezze” ma anche, provocatoriamente, delle tante “antibellezze” esistenti, con l’augurio di individuarne le possibili “cure”. Inoltre i ragazzi hanno contattato associazioni, centri culturali e organizzatori di eventi a cui hanno chiesto di proporre e promuovere, in totale autonomia, iniziative che abbiano luogo durante il fine settimana del Festival, garantendo loro l’inclusione nel programma complessivo dell’evento (in qualità di eventi collaterali) ed il pieno coinvolgimento nella grande comunicazione prevista. Tra gli eventi in programma nel periodo e strettamente correlati con la promozione del concept “Bellezza”, vi sono “Cortili aperti”, ’’Artigianato d’eccellenza” e “Maggio salentino”.
 

Gli studenti del Galilei-Costa

Gli studenti del Galilei-Costa

 
Nella cura complessiva del Festival, i ragazzi del “Galilei-Costa” sono stati affiancati e supportati da Daniele Chirico e Michael Candido, due altri giovani salentini, entrambi diplomati presso la stessa scuola di Lecce e entrambi con alle spalle l’esperienza maturata nell’organizzazione e gestione di quattro edizioni del Festival della Dieta Med-Italiana, un evento orientato principalmente alla conoscenza delle buone pratiche alimentari della Dieta Mediterranea e alla promozione dei migliori prodotti realizzati dalla aziende di qualità del territorio. Molto preziose anche le competenze sviluppate da Daniele e Michael nell’ambito della progettazione web (sono fondatori della startup “Smart Siti”) e dell’uso di tutte le nuove tecnologie di comunicazione e marketing digitale.

“Siamo molto eccitati - raccontano i giovani studenti – per l’organizzazione di questo festival che ci sta  richiedendo davvero tanto lavoro. L’eccitazione deriva anche dal fatto che, almeno a nostra conoscenza, in Italia non sia mai stato organizzato un evento così importante che avesse come obiettivo primario quello di celebrare il concetto stesso di “Bellezza”, inteso nel senso più ampio del termine. Parliamo sia dibellezza estetica, materiale, che si “vede”, come i luoghi di natura, i borghi, l’arte e altre opere umane, ma anche di bellezza immateriale, come la cultura, la storia, le tradizioni, la solidarietà, l’ospitalità, etc. A sostenerci e a darci coraggio c’è comunque la nostra scuola, che vanta molta esperienza nell’uso della creatività e dell’impegno per raggiungere quello che oggi ci sembra davvero un grande e bellissimo sogno.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Rispondi

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati *

*

5 × 4 =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Torna su